Vai al contenuto principale

ANAS 90 Anni

Storie di Strade

Strada statale 9 ‘Via Emilia’

La strada invita a viaggiare, il viaggio è sempre scoperta di nuovi luoghi e territori. A Reggio Emilia è anche un viaggio tra passato e presente.

La strada statale 9 “Via Emilia” si interseca per tutto il corso del Novecento alla storia di Anas, tanto da legare i propri natali a quelli dell’azienda. La Via Emilia, che collega le città di Rimini - Forlì – Bologna - Modena - Reggio Emilia - Parma - Piacenza - Milano, fu istituita nel 1928 con la legge del 17 marzo 1928 n. 1094, la stessa che creò l’AASS, l’Azienda autonoma statale della strada, progenitrice di Anas, per affidarle il compito di gestire e curare le strade statali. I lavori di prima asfaltatura partirono nel 1929 trasformando una via polverosa attraversata da carrozze, cavalli e veicoli, in una moderna arteria di collegamento tra Rimini, dove si congiunge con la strada statale 16 “Adriatica” e con la strada statale 3 “Via Flaminia”, e Milano, oggi per l’esattezza con l’innesto con l’autostrada A1 a San Donato Milanese.
Un’infrastruttura su cui ogni giorno transitano 136.000 veicoli leggeri e 9.200 mezzi pesanti provenienti da ogni parte d’Europa ma anche dai centri moderni e dai borghi antichi di cui è costellato un territorio dai mille volti. Basta spostarsi di pochi chilometri perché tutto cambi, dal paesaggio al dialetto alla cucina.
La Via Emilia è uno dei volti di Anas, una delle storie che la raccontano, un patrimonio infrastrutturale, culturale e storico che viaggia tra paesaggio e immaginario collettivo.

Fino al 1 luglio 2018, al Palazzo dei Musei a Reggio Emilia, questa strada è raccontata nell’esposizione “La via Emilia dal ‘900 ad oggi. Dall’archivio Anas” nell’ambito della mostra “On the road Via Emilia 187 A.C. - 2017”. Ecco alcuni degli scatti fotografici in mostra.